Dopo aver svolto nel 2013 attività di formazione nei confronti di più di 100 giovani inoccupati; aver fatto da incubatore per 4 nuove imprese e concordato l’insediamento e la collaborazione di altre 15; aver avviato con risorse esclusivamente private i lavori di adeguamento e ristrutturazione funzionale di parti dell’Istituto; progettato la governance compartecipativa del progetto di network, si insediano all’interno di FOQUS nell’ex Istituto Montecalvario attività, imprese, istituti, cooperative che ne occupano gli spazi disponibili, creando una comunità economica e produttiva e della formazione unica nel suo genere.

L’ingresso e gli insediamenti sono stati progressivi ma continui.

Il progetto di FOQUS per la rigenerazione dei Quartieri e del loro edificio più emblematico, si sviluppa lungo due direttrici-guida:

  • la creazione di nuova impresa e
  • l’insediamento di imprese

all’interno dell’ampio edificio e quindi nel cuore dei Quartieri Spagnoli.

FOQUS ha sperimentato la creazione di nuova impresa con tre diverse modalità di innesco.

Promuovere e formare nuovi imprenditori e nuova impresa.

posti-di-lavoro-2Inizialmente, quando il progetto nel 2013 muoveva i primi passi, abbiamo scelto di accompagnare un gruppo eterogeneo di giovani in un percorso di formazione di base, di individuazione dei propri interessi o delle proprie vocazioni, poi ancora di formazione di impresa, tutoraggio affidato ad esperti nazionali, ancora formazione settoriale per un anno, e alla fine costituzione di impresa, per la ventina di giovani (donne) che erano approdate alla fine di quel lungo percorso. Da questo primo modello di lavoro sono nate tre cooperative: la cooperativa Pleiadi, che ha aperto un nido (il primo per i Quartieri Spagnoli); la cooperativa Montelibrario, che ha aperto una libreria per ragazzi (era la prima dei Quartieri); la cooperativa Liberetà di Napoli, che ha inaugurato un centro di formazione-informale per giovani e adulti (la prima iniziativa formativa informale dei Quartieri).

Quel modello ha previsto che FOQUS continuasse ad accompagnare quel percorso nella nuova fase a cui erano approdati i nuovi imprenditori. Abbiamo seguito i loro primi passi da imprenditori e responsabili del proprio lavoro e del proprio progetto, la loro verifica della misura del rapporto tra teoria e pratica concreta del lavoro, del rischio imprenditoriale, della negoziazione di ruolo all’interno di una cooperativa. Abbiamo partecipato e seguito anche le fasi critiche della fase successiva agli inizi e abbiamo registrato vittorie e sconfitte. Oggi la Cooperativa Le Pleiadi gestisce un nido che vede crescere annualmente il numero di utenti; la Cooperativa Liberetà propone annualmente una sessantina di corsi delle più diverse materie, seguite da un pubblico partecipe; la Cooperativa Montelibrario non ha trovato nelle sue socie le motivazioni per continuare oltre l’avvio ed è stata chiusa.

Promuovere nuova impresa costituendola e affidandola a gestione esterna.

FOQUS ha sperimentato poi un altro modello di creazione di impresa: volendo dotare il complesso di un bar-buvette, ha costituito un ramo d’azienda, ristrutturando una parte del primo piano per ospitarne gli spazi pubblici e di servizio (con un progetto affidato nella dimensione strutturale all’architetto Marco Tatafiore, in quella di arredamento agli architetti dell’Associazione di Architettura ZAPOI) e dotando quegli spazi delle attrezzature di base necessarie.

Abbiamo alla fine affidato il bar-buvette, pronto per essere impresa, a chi l’impresa dovrà saperla gestire e far crescere.

argoCostruire direttamente nuova impresa su servizi specialistici alla persona.

Tra la fine del 2015 e il 2016 abbiamo lavorato alla creazione di una nuova impresa: il centro di abilitazione per bambini, ragazzi e giovani disabili, ARGO. Il centro è una nuova impresa molto complessa, incentrata sui servizi, la formazione e la cura alla persona disabile. Qui l’impresa è stata creata direttamente: la Fondazione ha studiato il progetto di impresa e l’ha portato all’avvio, assumendosi il rischio e il compito della sua attuazione pluriennale. Sono stati assunti dalla Fondazione degli operatori e degli esperti competenti, cui è stata affidata la conduzione psicopedagogica e l’accompagnamento verso la professionalizzazione dei giovani che ne seguiranno le attività. Per l’apertura del centro ARGO è stato determinante il sostegno della Fondazione Con Il Sud e di Ferrarelle SpA.

via Portacarrese a Montecalvario, 69 Napoli
Tel.: +39 388 729 48 69 – Fax: +39 081 401986
email: segreteria@foqusnapoli.it
via Portacarrese a Montecalvario, 69 Napoli
Tel.: +39 380 7893640
Fax: +39 081 401986
email: segreteria@foqusnapoli.it