Temi di interesse

Clicca il video per ascoltare l’intervento di Rachele Furfaro e Renato Quaglia, Presidente e Direttore di Foqus, a Radio24 Reportage.

Rachele Furfaro e Renato Quaglia, Presidente e Direttore di Foqus, intervengono a Radio24 Reportage, illustrando le peculiarità e le caratteristiche del progetto di Rigenerazione Urbana che, dal 2014, investe ed interessa una zona socialmente fragile della città, provvedendo servizi di cura e assistenza alla persona, educazione e professionalizzazione.

Ascolta di più:

 

Foqus rappresenta un modello di Rigenerazione Urbana unico nel suo genere. La Fondazione è sostenuta da imprese private senza godere di fondi pubblici. Ha sede all’interno dell’ex Istituto Montecalvario, un antico monastero del 500 che versava in stato di abbandono: le Ancelle della Carità, che vi abitavano, data l’assenza di sovvenzioni, hanno cercato aiuto esterno, che si è concretizzato nell’incontro con Rachele Furfaro che insieme a Renato Quaglia ha deciso di dare vita a Foqus negli oltre 10’000 metri quadrati dell’edificio che, raccolto vuoto e in stato di abbandono, è stato ripopolato e rifunzionalizzato così come oggi appare.

Foqus dal 2014 ha creato imprenditorialità giovanile ed ha coinvolto altre imprese nella sua mission, creando un meccanismo di collaborazione e inclusione sociale.

Oggi ogni giorno più di 1’200 persone, tra bambini, studenti e adulti passano a Foqus, attraversando i Quartieri Spagnoli, una zona da cui un tempo le persone si tengono alla larga.

La Fondazione ha recentemente stretto un accordo di collaborazione con l’Ambasciata di Spagna per realizzare eventi di carattere culturale come la rassegna cinematografica CineSpagna – Festival del cinema spagnolo, risalente a luglio 2019 che ha suscitato notevole interesse da parte del pubblico, accorso numeroso alle proiezioni.

Del resto l’area in cui opera Foqus ha uno stretto legame con la Spagna: i Quartieri nacquero all’epoca del viceregno spagnolo di Don Pedro, in una città, Napoli, che allora superava per ben tre volte la grandezza di Madrid. Inoltre, non sempre la popolazione mostrò pieno rispetto verso i nuovi dominatori che, per sedare i tentativi di sommossa, edificarono un castrum cittadino. I Quartieri Spagnoli sono dunque nati in seno ad una certa concezione di utilizzo dell’area che ha così maturato i tratti del degrado che la definicono oggi.

Il Centro Argo, uno dei più interessanti progetti della Fondazione, si rivolge a giovani e adulti con disabilità cognitive per fornire loro, mediante didattica e pratica laboratoriale, autonomia sociale, fino alla formazione e all’avviamento professionale. I ragazzi hanno infatti partecipato a tutti i workshop del Centro sviluppando particolari competenze nel  laboratorio di cucina: alcuni di essi hanno così iniziato a preparare i pasti per la mensa delle scuole di Foqus, fino ad essere chiamati da altri istituti parificati di Napoli a svolgere tale mansione.

 

podcast: http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/reportage/quartieri-spagnoli-rivoluzione-fondazione-215754-ACq5Ooi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment